News archive 29/07/2021

CAMPIONATO UNIVERSITARIO: LA TOP 7 DELLA STAGIONE 2019/2020

Tanta qualità nella formazione tipo dello scorso torneo, attacco ricco di gol e fantasia. Sorpresa tra i pali

In attesa di cominciare la stagione 2021/2022 del Campionato Universitario (iscrizioni aperte), è tempo di dare un'ultima occhiata al torneo conclusosi lo scorso 17 maggio con la vittoria di Cambusa 2.0 su Milanesi Smog rivelando la Top 7 del Cun 2019/2020.

PORTIERE: Alberto Mercuri. Tra i pali non figura nessuno dei club facenti parte della fase finale del Trofeo degli Atenei, ma a difenderli nella formazione ideale è comunque uno dei migliori estremi difensori del campionato. Protagonista con Cizeta tanto in Regular Season quanto in Coppa delle Università, è stato il migliore nelle fasi finali, soprattutto nella sfida che è valsa la vittoria finale dell'Europa League del Campionato Universitario. Tante parate strepitose: su tutte, il salvataggio decisivo sul rigore di Gnone nella serie conclusiva dal dischetto.

DIFENSORI: Davide Fiano ed Elio Biagini. Nel nostro 2-2-2 ideale, la scelta ricade su un difensore più di contenimento ed uno in grado di trasformare l'ipotetica squadra del Cun in un 1-3-2 più che offensivo. A dare protezione ed equilibrio è Davide Fiano, protagonista con Cambusa 2.0 di una cavalcata pressoché perfetta. Grandi prestazioni e, dalla sua, anche i numeri: settimo per media voto in Regular Season (6.8 in 7 partite), primo nel Trofeo degli Atenei (6.4 in 5 partite), con la soddisfazione finale della vittoria della competizione. Al suo fianco troviamo il miglior difensore della Regular Season: Elio Biagini di As Ensio4-1, capace di raggiungere la media del 7.3 in 7 partite, la più alta dei primi 9 incontri. Parlando di campo, invece, Biagini sorprende spesso dalla distanza con le sue conclusioni, oltre che sui calci da fermo e con le sue percussioni: con anche lui in campo, è di certo una formazione che bada più a far male che a contenere.

CENTROCAMPISTI: Marco Gallizia e Filippo Bianchi. A centrocampo, non mancava la scelta, ricaduta su un giocatore dalla qualità innata e su mediano di contenimento dal grande temperamento. Marco Gallizia, con le sue giocate, le sue prestazioni e soprattutto i suoi gol (doppietta a La Smadonnina in semifinale, punizione dell'1-0 nella finale del Trofeo degli Atenei contro Milanesi Smog) si è guadagnato di diritto un posto in mezzo al campo, con licenza di avanzare e far male. A coprire, tanto, ci pensa un monumentale Filippo Bianchi, secondo miglior centrocampista del Trofeo degli Atenei (proprio dietro Gallizia) per media voto (6.5 in 5 partite), 9 gol tra fase a gironi e fase finale, oltre che un percorso praticamente perfetto fino alla finale del Trofeo degli Atenei persa proprio con Cambusa 2.0 al Sant'Ambrogio Palace.

ATTACCANTI: Alberto Rovello e Luca Spigai. Davanti, un mix terrificante di qualità e concretezza. La scelta non può non ricadere su uno dei migliori giocatori, nonché il capocannoniere, dell'intero Campionato Universitario, vale a dire Alberto Rovello de La Banda de Porta Romana: 10 gol in 5 partite (giocate con la media dell'8.1) nella Regular Season, 6 reti nel Trofeo degli Atenei (con tanto di clamoroso poker nel 4-2 rifilato a Cambusa 2.0), con in mezzo anche tanta qualità. Il numero 33 dei giallorossi formerebbe una micidiale coppia da gol insieme al vicecapocannoniere Luca Spigai: 12 gol nella Regular Season e 3 (in altrettate partite) nella Coppa delle Università, il capitano di Hertha Belino è stato decisivo (sua la rete dell'1-0 a Pantherbros in semifinale) nella rincorsa fermata soltanto ai rigori da Cizeta.