Coppa delle Università
7 a side football - Male
   Mon 21 March '22 - 8:00 PM - 1st MATCH DAY
   Pozzo Bridge - A
Line-ups
Comments
Notes
Anche lui non porta la solita fisicità dentro il match, si nota pochissimo e non incide quasi mai.
5.5
Si ritrova a fare la punta per colpa delle assenze: lotta sempre come un leone, segna il 2-1 e si muove per tutto il match.
6.5
Irriconoscibile a tratti, si alza pochissimo, non calcia mai e non si rende mai pericoloso. Soffre anche dietro.
5.5
Potrebbe e dovrebbe fare di più. Resta comunque uno dei più propositivi di Virtus, segna l'illusorio 3-3.
6.5
Male sul secondo gol, in generale trasmette poca sicurezza.
5.5
Spreca in avvio il gol del vantaggio in maniera clamorosa, si accende a tratti, ma è sempre troppo fumoso. Colpa sua, ci ha abituati bene.
5.5
Il migliore di Virtus: solido, cattivo e ordinato. Segna il 2-2 che illude i suoi.
7
 
Grande partita in mezzo al campo, taglia e cuce continuamente il gioco. Nella ripresa sale prepotentemente in cattedra.
7.5
Supporta in mediana Cristaudo, lotta e corre su ogni pallone, bravo anche in fase d'impostazione.
7
Buona gara la sua, incolpevole sui gol, anche se sul 3-3 poteva stare più attento.
6.5
Buona gara difensiva, barcolla a volte, ma non molla mai e alla fine vince il duello con gli attaccanti avversari.
6.5
Prestazione solida e fisica, appena ha spazio si alza e prova ad impensierire gli avversari.
6.5
Ottimo primo tempo, le sue discese aiutano tanto i suoi, bravo e fortunato sul gol. Cala nella ripresa, ma con la testa è sempre dentro il match.
7
Partitone. Oltre al gol-vittoria, regala l'assist del primo e mezzo terzo gol è suo. A tratti è imprendibile per gli avversari. Assolutamente MVP.
8
x2  
Bomber vero, due gol degni di Pippo Inzaghi. Ottimo anche il lavoro sporco: sponde, botte e quando riesce alza il baricentro dei suoi.
7.5
Anche lui non porta la solita fisicità dentro il match, si nota pochissimo e non incide quasi mai.
5.5
Si ritrova a fare la punta per colpa delle assenze: lotta sempre come un leone, segna il 2-1 e si muove per tutto il match.
6.5
Irriconoscibile a tratti, si alza pochissimo, non calcia mai e non si rende mai pericoloso. Soffre anche dietro.
5.5
Potrebbe e dovrebbe fare di più. Resta comunque uno dei più propositivi di Virtus, segna l'illusorio 3-3.
6.5
Male sul secondo gol, in generale trasmette poca sicurezza.
5.5
Spreca in avvio il gol del vantaggio in maniera clamorosa, si accende a tratti, ma è sempre troppo fumoso. Colpa sua, ci ha abituati bene.
5.5
Il migliore di Virtus: solido, cattivo e ordinato. Segna il 2-2 che illude i suoi.
7
 
Grande partita in mezzo al campo, taglia e cuce continuamente il gioco. Nella ripresa sale prepotentemente in cattedra.
7.5
Supporta in mediana Cristaudo, lotta e corre su ogni pallone, bravo anche in fase d'impostazione.
7
Buona gara la sua, incolpevole sui gol, anche se sul 3-3 poteva stare più attento.
6.5
Buona gara difensiva, barcolla a volte, ma non molla mai e alla fine vince il duello con gli attaccanti avversari.
6.5
Prestazione solida e fisica, appena ha spazio si alza e prova ad impensierire gli avversari.
6.5
Ottimo primo tempo, le sue discese aiutano tanto i suoi, bravo e fortunato sul gol. Cala nella ripresa, ma con la testa è sempre dentro il match.
7
Partitone. Oltre al gol-vittoria, regala l'assist del primo e mezzo terzo gol è suo. A tratti è imprendibile per gli avversari. Assolutamente MVP.
8
x2  
Bomber vero, due gol degni di Pippo Inzaghi. Ottimo anche il lavoro sporco: sponde, botte e quando riesce alza il baricentro dei suoi.
7.5
COLPACCIO GOLDEN, VIRTUS AL TAPPETO - Riccardo Garbarino -

Golden Boys batte 4-3 Virtus Cannoleria all'ultimo assalto e si porta a casa i primi tre punti nel Girone C della Coppa delle Università. I ragazzi in verde hanno saputo soffrire, in particolare nel primo tempo, e colpire quando ne hanno avuto la possibilità. Dall'altra parte i bianconeri sprecano molto nel primo tempo, reagiscono nella ripresa, ma crollano nel finale e tornano a casa a mani vuote. Dopo un inizio buono di Golden Boys con un palo colpito dalla distanza, esce Virtus Cannoleria: Berti e compagni sfiorano a ripetizione il vantaggio, soprattutto con Muraro e Del Pellaro che sprecano in area avversaria. Così ne approfittano gli avversari: discesa a destra di Maiolini, tiro-cross sul secondo palo dove arriva Muraca che da due passi infila l'1-0. Virtus non fa in tempo a riordinare le idee che arriva il 2-0: Iannazzo calcia una punizione rasoterra da lontano, Maretto si fa scappare il pallone che vale il raddoppio per Golden Boys. L'intervallo serve a Virtus a ritrovare le forze: Berti in avvio di ripresa, vince un contrasto al limite e trafigge Gigliotti per il 2-1. I bianconeri spingono con veemenza e con una bella azione corale raggiungono il pari: Vignati viene pescato al limite e con un destro chirurgico batte il portiere per il 2-2. Golden non ci sta, prende possesso del centrocampo grazie alle ottime prestazioni di Cristaudo e D'Agostino, e appena ha spazio verticalizza. Infatti poco dopo Maiolini manda in tilt gli avversari, Maretto devia sul palo la sua conclusione, ma Muraca è ancora lesto a ribadire in rete per il 3-2. Del Pellaro suona la carica, Virtus non vuole perdere: Berti conquista una punizione laterale di seconda, Del Pellaro calcia in porta, il portiere tocca e convalida di fatto la rete del 3-3 del numero 7 a cinque dalla fine. Nel finale la partita sembra bloccata, ma Maiolini non è d'accordo e regala tre punti d'oro ai suoi proprio all'ultimo minuto con un gran destro dal limite in girata che premia lui e i suoi per la bella gara disputata. Finisce 4-3 per Golden: festa per i ragazzi in verde, rammarico che dovrà trasformarsi in voglia di rivalsa nelle prossime per Virtus.